Hamburger: come è nato, segreti e ricette

Hamburger: come è nato, segreti e ricette

Il classico panino americano si chiama hamburger, che prende nome da ”Amburgo”, la città tedesca conosciuta per svariati motivi. Nei secoli precedenti, da Amburgo partivano le grandi navi che collegavano il mondo con l’America. Proprio per questo motivo, sono stati portati nuovi alimenti che hanno cambiato per sempre la cucina americana. Tutta le specialità che arrivavano da Amburgo come la polpetta di carne macinata, una volta arrivata in America ha subito conquistato l’intero territorio. Per i marinai mangiare carne macinata cucinata a polpetta e messa in un panino caldo era di sicuro il pasto migliore e veloce che si potesse fare.

Come cucinare un hamburger di qualità

L’hamburger tradizionalmente viene condito dalla carne di manzo. Per far si che il panino sia speciale, ovviamente la carne deve essere di qualità, solo in questo modo si potrà creare una vera specialità. C’è anche da considerare che un hamburger con un alta percentuale di grasso resta succoso, mentre una carne magra rischia di non essere apprezzata. Si deve comprendere che questo è un panino semplice, perciò abbandonare con spezie e condimenti vari potrebbe soltanto rovinare il gusto dell’hamburger. Tuttavia, il metodo di cottura è davvero molto semplice, infatti l’hamburger va cotto alla griglia. Una volta aver posizionato la carne sulla griglia bisognerà considerare di non girarla sempre, altrimenti perderebbe il suo succo. Una volta che l’hamburger avrà raggiunto una morbidezza tenera e una croccantezza speciale, allora è arrivato il momento di metterla nel panino.

Burger: non esagerare

La sua versione originale, con polpetta di carne, salsa e poche cose, oggi non è più riconosciuta essendo che si punta a esagerare sempre. Proprio in queste situazioni ci si trova d’avanti ad un panino che non riesce a mantenersi in equilibrio, una situazione imbarazzante che potrebbe far cadere tutto il composto. In Italia, abbiamo cambiato l’esperienza dell’hamburger, infatti ci sono vari modelli di hamburger che sono ancora in fase di inspirazione. Tuttavia, il consiglio è quello di creare un panino davvero semplice, più si esagera maggiore sarà la possibilità di disgusto.

Ricette Hamburger USA

Il panino Americano:

Questa è la ricetta per creare il panino americano più mangiato negli USA, l’originalità sta tutta qui. Per creare questo panino serviranno:

  • Hamburger di manzo, il peso è facoltativo;
  • Due fetti di pomodoro da insalata;
  • Cetriolini;
  • Anelli di cipolla fresca;
  • Foglia di lattuga;
  • Ketchup e maionese q.b.

Il panino messicano:

Ovviamente dal titolo è facile capire che stiamo parlando del classico panino ispanico, diffuso in Messico e nella cucina Tex-Mex, ecco cosa servirà per creare questo panino:

  • Prime cut burger (Il vero hamburger);
  • Chorizo a fette;
  • Halloumi grigliato;
  • Salsa BBq al Chipotle.

Il ranch burger:

In questo panino la specialità sicuramente è l’insalata americana e una fettina di bacon, ecco come creare uno dei panini più amati in America:

  • Hamburger Meat’ o Dry Aged,(peso facoltativo);
  • Insalata Coleslaw;
  • Red cabbage;
  • Crispy Bacon;
  • Salsa Ranch.

Angus Burger:

In questo panino, l’hamburger di carne di manzo fa sicuramente da protagonista. Attraverso la carne molto tenera si riesce ad ottenere un effetto davvero molto gustoso, ecco come:

  • Hamburger Angus burger;
  • Cheddar cheese slice;
  • Cipolla rossa caramellata;
  • Fresh Bacon;
  • Salsa Smokey Baconnaise.

Texas Chili Burger:

Questa ricetta sicuramente è una di quelle che fa impazzire già dal primo boccone. In questa ricetta infatti, oltre all’hamburger, si mette anche la carne del chili. Ovviamente, gli americani esagerano sempre… Proprio per questo, ecco perché questo panino è davvero pazzo, gli ingredienti sono questi:

  • Hamburger vegetale
  • Chili con carne;
  • foglie di insalata;
  • 2 fette di pomodoro;
  • Cheddar cheese a fette;
  • Salsa BBQ.

Questi sono tutte le ricette per creare un panino Americano di qualità, che aspetti provalo anche tu!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back To Top